Il Web e le sciocchezze che ci piacciono tanto

Il Web e le sciocchezze che ci piacciono tanto

SHARE
, / 1928 0

Succede ogni giorno: mi connetto su Facebook per sbirciare le ultime novità e i post dei miei amici e mi imbatto nel nuovo passatempo preferito degli internauti. I test, i maledettissimi test della personalità.

All’inizio potevano anche risultare divertenti e ammetto di essermi cimentato anche io in un paio di test del genere. Ma poi la cosa deve esserci sfuggita di mano, se gran parte delle nostre condivisioni sui social riguarda questi test rivelatori.

Rivelatori di cosa, poi? Voglio dire: nessuno si aspetta davvero che questi test siano anche solo vagamente attendibili, vero? Nessuno confida in questi test online per scoprire qualcosa in più sulla propria identità e sulla propria personalità, vero? Ditemi che facciamo questi giochini solo per ammazzare la noia, vi prego, e che nessuno li prende sul serio.

Anche perché, diversamente, saremmo tutti a rischio di crisi d’identità.

Ci sono i test per le “personalità culinarie”: Quale gusto di gelato sei? Quale frutto sei? Che birra sei? Che pizza sei?

Quale gusto di gelato sei?

 

…I test “piccanti”: Quale posizione del Kamasutra sei? Qual è il tuo sex toy ideale? Quanto ti sai divertire a letto?

Qual è il tuo sex toy ideale?

 

…I test più mistici ed esistenziali: Chi eri nella tua vita precedente? Qual è la tua vera età? In quale epoca dovevi nascere?

In quale epoca dovevi nascere?

 

…I test per le “personalità da telecomando”Quale giudice di X Factor sei? Quale protagonista di Sex & The City sei? Quale personaggio femminile di Friends sei?

Quale protagonista di Sex & The City sei?

 

Mi fermo qui, ma la lista dei test che fanno il giro del Web potrebbe essere ancora molto lunga.

Penso – spero – che tantissimi utenti facciano questi test per la stessa ragione per cui leggono l’oroscopo mentre sfogliano un giornale al bar: non perché ci credano, ma per mera curiosità. Credo anche che la maggior parte degli utenti di Internet si cimentino in questi passatempi perché sono cuciti addosso alle abitudini e ai desideri dell’internauta medio: sono giochini veloci e assolutamente frivoli. Perfetti, insomma, per chi va di fretta e vuole solo distrarsi.

E numerosi siti continuano a sfornare questi test, nella speranza che, condivisi su Facebook, portino un buon numero di visitatori. Ed è così. Temo che questi frivoli passatempi siano molto più apprezzati di quanto non lo siano alcuni interessanti articoli, scritti con fatica e con perizia da blogger e content maker. Mi rendo conto che, sul Web, i numeri contano e capisco benissimo come un aiutino da questi test possa essere apprezzato per far levitare il numero di visitatori. Ma credo anche che se l’utente medio andasse un po’ meno di fretta e fosse un po’ più attento, forse riuscirebbe ad apprezzare i tantissimi contenuti di qualità che popolano la Rete: reportage, approfondimenti, riflessioni che possono lasciare qualcosa in più.

7 Cs of quality online content

Mentre scrivo, mi rendo conto che, da questo punto di vista, il Web è come la TV: ci sono i programmi più frivoli e disimpegnati e poi ci sono i programmi d’informazione e di intrattenimento intelligente. E l’audience – quasi sempre – premia i primi a discapito dei secondi.

Può anche starmi bene. L’importante è che, tra un test e l’altro, non veniate a lamentarvi di quanto schifo faccia Internet e di quanto inutile sia Facebook. Perché in Rete e sui social media i contenuti di qualità e pregio non mancano, solo che noi spesso preferiamo stordirci con le sciocchezze.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN



nike sneakers e scarpe sportive online Nuovi Jordans Outlet Online Nike Air Max Outlet Online Nike Free Outlet Online