Social network ed esibizionismo, un binomio perfetto

Social network ed esibizionismo, un binomio perfetto

SHARE
, / 2646 0

C’era da aspettarselo. Quale mezzo migliore dei social network per dare libero sfogo all’esibizionismo del popolo della Rete?

Procediamo con ordine, però, e iniziamo a parlare del binomio social network/esibizionismo facendo qualche passo indietro nel tempo. Giorni fa, sono iniziate a spuntare su Instagram foto un po’ osé, di uomini nudi con i gioielli di famiglia coperti da un calzino. Ad accompagnare questi selfie coraggiosi un hashtag che non lascia nulla all’immaginazione: #Cockinasock. Non è che siano tutti impazziti improvvisamente: gli scatti sono stati condivisi in risposta a una campagna di sensibilizzazione promossa dall’associazione Cancer Research UK, che intende così accendere i riflettori sulla delicata tematica del cancro ai testicoli, molto comune tra gli uomini dai 15 ai 34 anni.

In pochi giorni quello di #Cockinasock è diventato un vero e proprio fenomeno, che ha visto proliferare un numero sempre crescente di autoscatti condivisi in Rete, su Instagram, Twitter e compagnia bella.

Per quanto lodevole sia lo scopo della campagna promossa dal Cancer Research UK, è indubbio che molti di quegli autoscatti siano stati realizzati e condivisi per mettere un po’ in mostra un fisico mozzafiato, per mietere like e condivisioni, per il piacere di piacere, di farsi guardare e di mostrarsi. A ben vedere, la scelta dell’associazione inglese è stata geniale. E’ riuscita a fare leva su comportamenti sempre più diffusi tra gli utenti social, quelli esibizionistici, per trasmettere un messaggio sociale d’importanza cruciale.

Campagna e raccolta fondi Cockinasock

Parallelamente alla campagna di sensibilizzazione #Cockinasock, il Cancer Research UK ha fatto partire una raccolta fondi benefica

Ben più frivola è la natura di un altro hashtag che sta spopolando su Instagram e Twitter: #Aftersex. Come è facile intuire, i selfie che vengono etichettati con questo hashtag ritraggono gli estatici momenti post-amplesso. Ragazzi e ragazze che decidono di condividere col popolo della Rete i momenti immediatamente successivi al sesso. Perché? Cosa induce un numero sempre crescente di persone a condividere sui social network gli scatti di quelli che dovrebbero essere momenti molto intimi e personali? Cosa, se non un po’ di puro esibizionismo?

E qui torniamo a quanto dicevo in apertura: i social network si prestano benissimo all’esibizionismo degli internauti. A ben pensare, infatti, i social media sono un po’ come la finestra di fronte, davanti alla quale piazzarsi nella speranza di essere sbirciati dal vicino inverecondo. Con la differenza che, sui social network, gli occhi si moltiplicano, i vicini sono potenzialmente infiniti, lo spazio dove inscenare i piccoli teatrini di sé acquisiscono una portata immensa.

E poi, il dubbio atroce (ma nemmeno troppo): per ogni utente un po’ esibizionista che popola il mondo dei social network, quanti utenti un po’ guardoni ci sono? Se social network ed esibizionismo formano un binomio perfetto, rischiamo di diventare tutti un po’ voyeur?

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN



nike sneakers e scarpe sportive online Nuovi Jordans Outlet Online Nike Air Max Outlet Online Nike Free Outlet Online