Cosa è successo sui social mentre (non) ero in ferie

Cosa è successo sui social mentre (non) ero in ferie

SHARE
, / 1271 0

Dal primo agosto il Mammagallo blog si è concesso alcuni giorni di meritato riposo. Vorrei dirvi di aver trascorso le ferie in vacanza, postando su Instagram scatti mozzafiato di paesaggi da urlo. In realtà ho passato tutto agosto chiuso in un’aula per un corso di formazione tutt’altro che rigenerante e in quei pochi giorni liberi ho dovuto fare i conti con pioggia e maltempo.

Ad ogni modo, siamo ormai al 9 settembre ed è tempo di tornare a scrivere. Mi sembra giusto fare un po’ il punto della situazione e raccontare in breve cosa è successo sui social media mentre io (non) ero in ferie. Tra nuovi spot, nuovi video pubblicati online e nuovi hashtag, tra le solite foto in spiaggia condivise da amici e conoscenti, tra notizie più o meno interessanti, ecco le tre cose che hanno attirato maggiormente la mia attenzione in questi giorni:

Ice Bucket Challenge

I primi di agosto, Pete Frates lancia una sfida destinata a diventare in pochi giorni un fenomeno virale. Si tratta dell’Ice Bucket Challenge, o “Doccia gelata”, come è stata ribattezzata qui da noi. Più di ventiquattro milioni di persone hanno aderito alla campagna, nata per supportare la ricerca scientifica sulla SLA. Più di ventiquattro milioni di persone si sono riprese con una telecamera mentre si sottoponevano ad un rituale che ha invaso in pochi giorni YouTube, si sono versate addosso acqua ghiacciata e hanno lanciato il loro appello per sostenere economicamente la ricerca sulla SLA (si stima che negli USA siano stati raccolti, grazie all’Ice Bucket Challenge, ben 62.5 milioni di dollari; in Italia sono stati donati alla ricerca 125 mila euro). A rendere virale il fenomeno della “Doccia gelata”, la dinamica della nomination: ogni partecipante nomina altre persone che vengono così “sfidate” ad aderire al movimento volontario dell’Ice Bucket Challenge. Numerosi sono stati i volti noti che hanno aderito alla campagna e i VIP che hanno condiviso sui social i video delle loro docce  gelate.

Non sono mancate, sempre sui social, le polemiche relative al fenomeno dell’Ice Bucket Challenge, come non è mancato chi ha gridato allo scandalo per l’inutile spreco di acqua per la realizzazione di “video ridicoli”. Ma non voglio dilungarmi su queste polemiche, così come non avrei mai voluto leggerle.

Il tormentone nel tormentone: L’Ice Bucket Challenge di Donatella Versace è diventato a suo modo un cult. E c’è chi si diverte con “10 minuti di Donatella Versace che urla durante l’Ice Bucket Challenge”

HONY UN World Tour

Del bellissimo progetto fotografico Humans of New York vi abbiamo già parlato qui. Ecco la novità: da agosto, il fotografo Brandon Stanton ha lasciato le strade di Ney York e ha portato la sua macchina fotografia in giro per il mondo. Il tour, organizzato in collaborazione con le Nazioni Unite, ha una durata prevista di 50 giorni e ha condotto sino ad ora Mr Stanton in Paesi lontani e diversi tra loro, in un’esplorazione dai nobili scopi: raccontare storie e al tempo stesso accrescere la consapevolezza e la conoscenza su quelli che vengono definiti gli otto Obiettivi di sviluppo del Millennio, ovvero gli otto traguardi che  i 191 stati membri dell’ONU si sono impegnati a raggiungere entro il 2015. Le fotografie realizzate nell’HONY UN World Tour hanno tutte il tocco distintivo dell’autore e sono tutte caratterizzate da una grande sensibilità e da quell’empatia cui Brandon Stanton ci aveva già abituato passeggiando tra le strade di New York. Tutti gli scatti sono ovviamente condivisi sui consueti canali social di Humans of New York, che vi consigliamo caldamente di seguire.

HONY World Tour

“What’s your biggest goal in life?”
“I haven’t figured that out yet.”

(Juba, South Sudan)

The Fappening

I due casi fin qui citati mostrano l’aspetto migliore del web, mostrano la Rete che ci piace, quella che sa essere utile, stimolante, emozionante. Ma in questi giorni di non-ferie è accaduto anche qualcosa di molto meno edificante. La Rete è andata in subbuglio per la pubblicazione e diffusione di alcuni scatti piccanti di numerose attrici e VIP. Foto di nudo, che erano state caricate su iCloud e che a seguito di un hackeraggio sono poi diventate di dominio pubblico. Tra le vittime Jennifer Lawrence, Kate Upton, Selena Gomez e l’atleta olimpica McKayla Maroney (l’ipotesi che quest’ultima potesse essere ancora minorenne al momento degli scatti rubati rende ancora più grave e spinosa la vicenda del “fappening“). Ovviamente i social media – soprattutto oltreoceano – sono diventati presto il luogo preferito dove dibattere sulla vicenda, con un rincorrersi di tweet, post, opinioni più o meno sensate. E’ nato persino l’hashtag If My iPhone Got Hacked, utilizzato per lo più con atteggiamento moralista e canzonatorio da presunte anime pulite che non hanno nulla da nascondere.

Vice Italia ha dedicato alla torbida vicenda un articolo di approfondimento che pone anche interessanti interrogativi sulla Rete:

Siamo arrivati al punto in cui internet smette di volere il tuo corpo e inizia a mangiarti l’anima: quello che vogliamo, alla fin fine, è invadere le vite delle celebrità. Cosa verrà dopo il sex tape, il death-tape? Il video della celebrità che va in bagno? Lo speciale di E! sulla celebrità che partorisce in diretta?

 

Mi sono perso qualcosa? Cos’altro ha movimentato la vita sui social media in queste settimane di agosto? Se avete segnalazioni interessanti fatevi avanti, sono pronto a prendere appunti…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN



nike sneakers e scarpe sportive online Nuovi Jordans Outlet Online Nike Air Max Outlet Online Nike Free Outlet Online