Di autogol social e di altri meme

Di autogol social e di altri meme

SHARE
, / 2050 0

Tempo fa vi avevamo parlato di come molte celebrity americane scegliessero l’interazione social come canale privilegiato di comunicazione, lanciando hashtag per dialogare con gli spettatori come nel caso di Jimmy Fallon e del suo live show, oppure veri e propri esperimenti sociali su Twitter e infine, come nel caso degli show italiani, da Tale e quale show a Pechino express, invitare a commentare e premiare i tweet più simpatici, più dissacranti.

E’ un modello di tv che funziona, che apre anche ai troll a volte, ma vale la pena rischiare: creare buzz sui social network è già sinonimo di successo e ora gli investitori fanno caso anche a quello.

Lo step successivo all’hashtag è l’invito a creare qualcosa: immagini, disegni, video tributo, meme. Cosa è un meme? Ce lo dice Wikipedia

Un fenomeno di Internet (chiamato anche Internet meme in inglese) è un’idea, stile o azione che si propaga attraverso la rete Internet, spesso per imitazione, diventando improvvisamente celebre.

Alcuni esempi?

6 4 3 2 1

Ma a volte non va tutto come previsto. Lo staff di Bill Cosby, per esempio, sceglie di proporre sul sito ufficiale dell’attore un meme generator e lanciare un hashtag #CosbyMeme per giocare un po’ con l’immagine dell’attore, storico e amatissimo protagonista dei Robinson, Cliff. E il gioco si trasforma in clamoroso autogoal ed è inevitabile quando il protagonista è sulla pagine della cronaca americana con l’accusa gravissima di molestie e stupro. Tredici donne lo accusano, all’epoca dei fatti erano giovanissime e l’accusa è pesante, difficile da sostenere per un attore e caratterista che ha segnato l’infanzia di molti dei nati negli anni ’80.

#Cosbymeme è un epic fail spaventoso, tanto quanto le accuse che l’attore si ritrova a schivare e che non hanno ancora ricevuto una conferma.

Possibile che lo staff sia stato così ingenuo da non aver previsto un “ritorno di fiamma” di questa portata? E’ sempre una buona idea invitare all’interazione, che si parli di brand o celebrity, o bisogna andarci sempre coi piedi di piombo? Cosa garantisce il successo di una campagna di questo tipo?

Facciamo un esempio più leggero, la povera Rita Ora, cantate inglese che promette un nuovo brano al 100.000 esimo RT e che ne raggiunge a malapena 2mila.

7

Il ritorno di fiamma? L’ironia impietosa dei follower e twit cancellato, dando la colpa ai soliti hacker. Non era forse meglio chiedere meno RT e, nel caso, ridere di gusto dell’epica fail?

Il web a volte è proprio un posto inospitale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN



nike sneakers e scarpe sportive online Nuovi Jordans Outlet Online Nike Air Max Outlet Online Nike Free Outlet Online