I fallimenti di Pinterest

I fallimenti di Pinterest

SHARE
, / 2380 0

Ultimamente il concetto di finzione nel web mi affascina, non perché lo abbia scoperto adesso, per carità, ma perché c’è sempre un risvolto comico inatteso in questo. Abbiamo sogghignato sul mondo perfetto di fashion e beauty blogger, ma anche riflettuto più seriamente sul fenomeno della micro celebrità e dei suoi effetti sugli adolescenti con Instafame, il fil rouge è la finzione o, meglio, usando toni meno drammatici, il coltivare il proprio personaggio a base di selfie improbabili e snack ipercalorici.

La vittima di oggi è la mia preferita, il mondo della finzione per eccellenza, il regno dorato in cui tutto ha un aspetto bellissimo, le soluzioni fatte a mano sono sempre le migliori e tutti sanno fare tutto, in barba a MacGyver: Pinterest.

Ve l’abbiamo presentato in tempi non sospetti qui, e avevamo subodorato già le prime magagne qui, ma ora abbiamo le prove: non credete a Pinterest, mente! Le foto sono sempre perfette, le citazioni sempre profondissime, le ricette hanno sempre un risvolto artistico e i tutorial tutti facili e veloci, da riprodurre in tre step e ad occhi chiusi.

tutorialPinterest

Ma la vita quotidiana non è tutta rose e fiori e ve lo dimostra il blog PinterestFail: le conquiste quotidiane hanno bisogno di sudore, impegno e fatica per cui non lasciatevi incantare da queste torte

pinterest-fail-vanilla-malt-layer-cake-with-cashes-and-salted-caramel-inspiration

perché la vostra versione potrebbe venir fuori così

pinterest-fail-vanilla-malt-layer-cake-with-cashes-and-salted-caramel-result

stessa cosa per le mele caramellate

pinterest-fail-mini-caramel-apples-recipe-result

e i bambini non collaborano mica per le vostre foto artistiche.

Pinterest-Fail-baby-with-twinkle-lights-result

Il ritratto di Pinterest che emerge è quello di un mondo crudele che ci mette davanti alle nostre difficoltà e fallimenti, quello in cui il bacon a forma di cuore si brucerà senza pietà.

pinterestfail059

Una realtà più sottilmente spietata, invece, emerge in The Fake Pinterest, un profilo Twitter che sciorina tutti i temi ricorrenti dell’utente medio di Pinterest, una sorta di entità sovrannaturale altamente prevedibile.

The Fake Pinterest The Fake Pinterest The Fake Pinterest The Fake Pinterest The Fake Pinterest The Fake Pinterest

Ad essere messo alla berlina è il cliché dell’utente Pinterest: ripetitivo, un po’ pretenzioso, ma dall’indubbio talento artistico che difficilmente i comuni mortali sanno riprodurre. E volendo potremmo estrarre altri cliché sugli utenti di Twitter, di Instagram, di Facebook, ossia di qualsiasi  social network esistente sulla terra, un po’ perché è l’essere umano ad essere prevedibile, sempre e comunque, ma anche perché il web stimola la voglia di rendere tutto sempre più coreografico, appariscente, finto. Ma sarà un’indole naturale difficile da debellare o forse, nell’era dell’immagine, tutto funziona meglio proprio perché non ci sono fallimenti esibiti e i selfie sembrano sempre perfetti al primo colpo? No perché la sottoscritta comincia anche a preoccuparsi, per una foto decente servono circa 50 prove.

(photo credits: PinterestFail & The Fake Pinterest)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN



nike sneakers e scarpe sportive online Nuovi Jordans Outlet Online Nike Air Max Outlet Online Nike Free Outlet Online