Il blog della discordia esalta la “dominazione machista”

Il blog della discordia esalta la “dominazione machista”

SHARE
, / 950 0

Premessa: non sapevo se scrivere o meno di questo argomento, perché lo trovo perturbante. Ci ho riflettuto su e alla fine eccomi qui a scrivere queste righe su un tema spinoso e controverso, convinto come sono che il cambiamento passa anche attraverso l’indignazione.

Indigniamoci insieme, dunque, al cospetto di un blog che in Spagna sta facendo molto discutere e sta agitando le tiepide acque di un Web dove pensavamo di aver già visto tutto. Il blog in questione ha un titolo assolutamente esplicativo, Dominación machista, che tradotto in italiano sarebbe “dominazione machista” o “dominazione maschilista”. Il blog è ospitato dalla celebre piattaforma social Tumblr ed è così descritto dai suoi ideatori:

Questo movimento supporta la supremazia maschile consenziente e rispettando i limiti che ogni coppia impone nella sua relazione. I contenuti esposti in questo gruppo non hanno come obiettivo quello di fomentare violenza bensì quello di aiutare molte donne e uomini che credono nella dominazione maschile basata su questi ruoli tradizionali: essere superiore per l’uomo ed essere inferiore per la donna.

Ho deciso di non inserire il link diretto al blog, se volete cercarlo sappiate che è riservato ad un pubblico maggiorenne e che i suoi contenuti potrebbero urtare la vostra sensibilità.

Navigando per il blog Dominación machista, si incontra esattamente quel genere di contenuti che ci si aspetta: post che umiliano le donne ed esaltano la supremazia dell’uomo. Alcuni post sono ispirati ad una visione del mondo violenta ed umiliante per il genere femminile: ho letto interventi a supporto della necessità di impartire punizioni alle donne che commettono errori e ho visto fotografie dove uomini portano a spasso delle ragazze nude legate ad un guinzaglio (a corredo, questa didascalia agghiacciante: La società a cui aspiriamo può essere la società che abbiamo).

Non sorprende affatto che il blog abbia suscitato rabbia e sdegno in tanti utenti che hanno protestato a gran voce e ne hanno chiesto la chiusura. Gli ideatori di Dominación machista si difendono dicendo di essere semplicemente “una comunità che condivide una stessa idea della vita” e si trincerano dietro la libertà e la consensualità di abbracciare la loro proposta di società.

La difesa non suona molto convincente e il tam tam contro il blog della discordia cresce sempre di più: su Change.org è nata una petizione per chiedere la chiusura della pagina Tumblr e si è già riusciti a far chiudere la Fanpage Facebook di Dominación machista, contraria alle condizioni di servizio del social network.
Se pensate che quella di Dominación machista sia solo una banale bagarre tra smanettoni dei social, siete in errore. Persino la polizia sta investigando sui contenuti del blog. Per la precisione, la Brigata di Investigazione Tecnologica della Polizia Nazionale sta facendo indagini su Dominación machista e su altri siti affini, che incitano alla discriminazione e umiliazione del genere femminile. Ma imporre la chiusura di questi siti non è una cosa semplice come sembrerebbe. Specifica un portavoce della polizia:

Noi investighiamo sulle denunce che ci arrivano, ma non possiamo chiudere queste pagine. Questo deve avvenire per ordine giudiziario, perché molte volte questi si considerano sì contenuti nocivi, ma non criminali.

Il confine tra il lecito e l’illecito è labile, insomma, se non per l’opinione pubblica quanto meno per le forze dell’ordine. E ad oggi Dominación machista non ha ancora chiuso i battenti.

Fa riflettere – e fa paura – sapere che tra i follower del blog ci sono anche numerose donne. Non sappiamo se sia vero o meno, ma i creatori di Dominación machista affermano persino che moltissimi contenuti del blog sono redatti da collaboratrici, ragazze che hanno sposato a pieno la causa della dominazione maschilista e che decidono di dare il proprio contributo.

In attesa che giunga il benedetto giorno in cui Dominación machista venga spazzato via dal web o si ritrovi senza nemmeno un lettore, non posso che consigliare a tutti la lettura dei bellissimi articoli redatti dalla mia amica Alessia sul tema del femminismo. Perché, a quanto pare, c’è ancora un gran bisogno di rivendicare l’orgoglio, la parità e la libertà del genere femminile.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN



nike sneakers e scarpe sportive online Nuovi Jordans Outlet Online Nike Air Max Outlet Online Nike Free Outlet Online