La cotta ai tempi del web

La cotta ai tempi del web

SHARE
, / 1489 1

In principio furono i messaggi sulla carta stampata. Ricordo ancora ai tempi dell’università il giornale gratuito da prendere in stazione, quello con i titoli allarmisti ed improbabili, che ospitava, nella penultima pagina, i messaggi amorosi e inquietanti.

Bella bruna che sali ogni giorno nella stazione X alle 7, sei stupenda!

Al ragazzo che mi ha rapito il cuore con lo zaino giallo, conosciamoci.

E così via.

Inquietanti davvero, eppure ogni giorno ce ne erano di nuovi, probabilmente era la redazione stessa a scriverli, ma mi divertivano moltissimo. Li ho ritrovati anni dopo nelle pagine di Metro, il giornale gratuito distribuito nella tube di Londra, stessa sfumatura creepy, stesso mio divertimento.

L’amore ai tempi della carta stampata era sì inquietante, l’abbiamo capito, ma anche totalmente irrazionale e fuori da ogni logica: scrivere un messaggio in un giornale di quel tipo equivaleva a lasciare un messaggio nella bottiglia in balia delle onde del mare. Obiettivo praticamente irraggiungibile. (Se poi anche solo un amore è nato grazie a queste rubriche, fatemelo sapere subito!)

Inevitabilmente ai tempi dei social media qualcosa doveva pur cambiare, queste rubriche esistono ancora, ma la cotta, l’amore al primo sguardo è arrivato su nuovi livelli quasi insperati. C’è meno ricerca del ricongiungimento, piuttosto si lancia un messaggio nell’etere, lo si condivide col mondo e se poi capita di ritrovarsi meglio ancora, no?

Iniziamo da Tube Crush, elenco infinito di foto di bei giovanotti incontrati, casualmente, nella metropolitana londinese. L’idea è quella di condividere la bellezza, c’è la possibilità di votare il bellone preferito e, chissà, magari se l’immagine diventa virale ci sarà anche una seconda chance per incontrarlo.

3 2 1

L’evoluzione della tube crush, della cotta da metropolitana, si chiama invece Hot Dudes Reading, cioè baldi giovanotti non solo belli, ma anche acculturati. Smart is the new sexy, ricordatelo sempre.

Ma non solo belloni inglesi o americani, anche a Parigi si possono fare incontri interessanti, l’importante è poi fotografarli (di nascosto, non c’è bisogno di rischiare la denuncia per stalking) e pubblicarli su Mecs Metro Paris.

Alors la on dit OUI OUI OUI !! #MecsMetroParis

Una foto pubblicata da Mecs Métro Paris (@mecsmetroparis) in data:

Alors la on craque totalement !!!! #MecsMetroParis

Una foto pubblicata da Mecs Métro Paris (@mecsmetroparis) in data:

Y a le choix… Et les 2 sont à croquer !! Alors, on préfère lequel ? #mecsmetroparis

Una foto pubblicata da Mecs Métro Paris (@mecsmetroparis) in data:

Non c’è la nobile causa dietro questi progetti fotografici improvvisati, non è Humans of New York, qui si tratta di leggerezza. Perché, si sa, bisogna arrendersi all’evidenza: i social network sono anche questo.

One Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN



nike sneakers e scarpe sportive online Nuovi Jordans Outlet Online Nike Air Max Outlet Online Nike Free Outlet Online