Colori, sfumature e differenze di genere

Colori, sfumature e differenze di genere

SHARE
, / 2285 0

Sapevate che questo 2013, ormai prossimo alla fine, è stato l’anno dell’Emerald? E sapete che il colore del 2014 è il Radiant Orchid? A decretarlo non sono le passerelle o le firme dell’alta moda, ma un’azienda statunitense che nel mondo della grafica è considerata un vero e proprio tempio sacro: Pantone Inc.

Pantone Radiant Orchid

I cervelli della Pantone si occupano di tecnologie per la grafica e di colori, nello specifico della loro catalogazione e della produzione di un sistema di identificazione. E, nel tempo libero, dettano nuovi trend.

Il codice identificativo del Radiant Orchid è il 18-3224. Il che non vuol dire molto, per la maggior parte dei comuni mortali. Alcuni amici mi hanno chiesto che colore fosse questo Radiant Orchid:

“E’ tipo… glicine…”

“Eh?”

“Glicine… Viola chiaro!”

“Ah ok!”

Probabilmente se qualcuno della Pantone mi avesse sentito etichettare frettolosamente il Radiant Orchid come glicine mi avrebbe fulminato con lo sguardo. E, sentendo parlare di viola chiaro, avrebbe avuto un impetuoso attacco d’ira.

Questa storia del Pantone num. 18-3224 mi ha fatto tornare in mente le numerose vignette che ironizzano sulle differenze di genere: le donne conoscono un vasto vocabolario cromatico, a differenza degli uomini che si fermano alle definizioni più basilari.

colors wheel

Colors Wheel, by XKCD

Ma è vero che le donne riescono a classificare una gamma di colori più vasta rispetto a quella degli uomini? Incuriosito, ho fatto qualche ricerca qua e là e ho scoperto che la risposta potrebbe essere nella genetica. Provo a farla semplice…

Il primo stadio dell’analisi dei colori, nel nostro sistema visivo, inizia nella retina e passa attraverso tre tipi di cellule fotosensibili. La combinazione dell’attività di questi tre tipi di cellule codifica la gamma cromatica della luce che colpisce la retina e che viene poi tradotta dal cervello in colore. Ebbene, alcuni scienziati hanno appurato che esiste un cospicuo numero di donne che non possiedono tre ricettori, bensì quattro:

“Averne quattro significa dunque vedere più colori del normale. La diversità dipenderebbe da una mutazione genetica recessiva presente nel cromosoma X; per questo sono principalmente le femmine a mostrarla, dato che hanno sempre due copie del gene”.

dott.ssa Kimberly Jameson, Università della California di Irvine

Un posto a parte, in tutta questa coloratissima faccenda, meritano i graphic designer, che per deformazione professionale sviluppano un’attenzione quasi maniacale per ogni minima sfumatura cromatica. Ogni riferimento a graphic designer della nostra agenzia è puramente casuale, ovviamente…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN



nike sneakers e scarpe sportive online Nuovi Jordans Outlet Online Nike Air Max Outlet Online Nike Free Outlet Online