C’è bisogno di coraggio per essere sovrappeso?

C’è bisogno di coraggio per essere sovrappeso?

SHARE
, / 960 1

Cosa vuol dire essere una donna sovrappeso? Cosa significa sentire addosso lo sguardo della gente se non rispetti i canoni imposti di femminilità e di “salute”? Li senti mormorare, li vedi che ti fissano e capita che, se ti scatti una foto, ti appare lo sguardo di sfottò di uno sconosciuto dietro di te. Questo è quello che è accaduto a Haley Morris-Cafiero, fotografa, che durante un banale selfie in Time Square ha immortalato sé stessa, ma anche un passante e il suo sguardo di scherno e questo è stato il punto di inizio per Wait Watchers, progetto fotografico e libro omonimo. Lo scopo è quello di raccontare non la fisicità della fotografa, ma le reazioni di disapprovazione, disgusto e ilarità degli sconosciuti che le sono intorno in quel momento.

Non c’è giudizio sugli altri però, non è un atto d’accusa verso l’insensibilità, ammesso che questa ci sia, non si può certo leggere nei pensieri degli sconosciuti per strada. Piuttosto lo spunto di riflessione legittimo: quanto uno sguardo sa ancora trasferire in termini di sentimenti, reazioni e giudizi, anche in un città come New York? Quanta differenza c’è nel modo in cui guardiamo le persone in base al loro aspetto e al loro peso? Siamo ancora di facile giudizio o abbiamo raggiunto un livello di modernità tale da non dare più retta all’aspetto altrui? Forse no, forse in una grande città americana come New York, piena di stimoli esagerati, una ragazza come Haley fa ancora effetto.

Ci sono diverse tipologie di persone e queste fotografie e il libro che le raccoglie le rappresentano in pieno. Ci sono quelli che ti guardano e il loro giudizio glielo leggi in faccia, nello sguardo di disapprovazione o di compatimento per il tuo essere sovrappeso; sono gli stessi che poi dietro l’anonimato di una tastiera e di un social network usano gli appellativi “palla di lardo”.

I finti buoni sono quelli che ti ripetono mille volte che ti accettano per come sei, che sei bella comunque, che sei coraggiosa, ma poi si preoccupano della tua salute: “Sai, però il sovrappeso non è sano, magari dovresti perdere giusto qualche chilo, fare attività fisica, mangiare meglio!”. Ma è davvero un complimento sentirsi dire coraggiosa solo perché non sono una taglia 40 e mi faccio comunque vedere in pubblico?

E poi, finalmente, c’è qualcuno che comprende lo spirito del progetto, che non ha bisogno di giudizi o di opinioni sull‘aspetto della sua protagonista. E da qui nasce la speranza: ci sarà sempre il passante che giudica i base al peso, all’aspetto, a come sei vestita e come ti trucchi, non sarai mai magra abbastanza, né in forma abbastanza, ma ci sarà sempre qualcuno, anche uno su cento, che ci farà un pensiero in più e imparerà che femminilità vuol dire libertà di essere e di agire. Il resto lo lasciamo a photoshop.

(credits: Haley Morris-Cafiero)

One Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN



nike sneakers e scarpe sportive online Nuovi Jordans Outlet Online Nike Air Max Outlet Online Nike Free Outlet Online