Half-drag, la bellezza delle drag queen di New York

Half-drag, la bellezza delle drag queen di New York

SHARE
, / 414 0

Half-Drag è un progetto fotografico dedicato alle drag queen con una serie di scatti d’effetto, immediati, semplici per certi versi eppure estremamente carichi di significato. Tutto è nato da un ritratto che Leland Bobbé, il fotografo Newyorkese che l’ha ideato, ha pubblicato anni fa sul suo blog. Il soggetto? Una drag queen e performer, Doctor Fluw, divisa a metà col suo volto bellissimo, espressivo, curato in ogni minimo dettaglio, ma truccato solo a metà. Quello è stato solo l’inizio di un percorso che ha portato ad un progetto molto più ampio con decine di ritratti di drag queen newyorkesi.

In un solo scatto c’è tutta l’essenza di un uomo che convive con un lato iperfemminile, artistico ed estroso. Nei ritratti di Bobbé si possono ammirare tutte le caratteristiche che fanno di queste drag queen creature uniche e bellissime. I dettagli del trucco professionale da un lato e l’accenno di barba dall’altro non sono un contrasto, ma un unicum armonioso che costituisce una individualità speciale, tutta da raccontare.

Col tempo Bobbé ha continuato a scattare ritratti raccogliendo via Facebook le adesioni delle drag queen newyorkesi e costruendo, passo dopo passo, volto dopo volto, il racconto di tante vite. In ogni scatto ci sono le due anime che convivono e si mostrano senza filtri. Da una parte il lato maschile, dall’altro la performer, la diva, l’estro artistico e creativo. In comune queste due anime hanno il potere catartico della trasformazione che ogni giorno questi uomini mettono in atto. Non c’è antagonismo né rivalità tra le due anime, ma una sorta di armoniosa convivenza. È un progetto di qualche anno fa, iniziato ufficialmente nel 2012, ma sempre attuale e ancora coraggioso: non c’è vergogna nel mostrarsi senza trucco, non c’è paura nell’essere luccicanti e colorati. Half-Drag è l’elogio della diversità e del coraggio: siate sempre voi stessi, qualsiasi siano le versioni del vostro “io” che vi rendono felici.

(credits: Leland Bobbé)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN