La ballerina cicciona star del web (e non solo)

La ballerina cicciona star del web (e non solo)

SHARE
, / 814 0

Whitney Way Thore è una ballerina cicciona. Lo so: è politicamente scorretto usare la parola cicciona. Ma considerando che la stessa Whitney si definisce a fat girl dancing – e lo fa con grande leggerezza d’animo – mi concedo questa libertà. Tanto più che i chili i troppo sono diventati, per questa ballerina sui generis, un punto di forza, una particolarità su cui far leva per combattere la battaglia contro i pregiudizi.

Andiamo in ordine e ripercorriamo la storia della giovane Whitney, che diventa famosa su Internet dopo aver pubblicato un video che lei stessa intitola “A fat girl dancing”.

Il video che mostra la sua performance di danza diventa subito virale e lei, la ballerina cicciona, diventa presto una star del web. Si fa notare anche da alcuni produttori televisivi, che hanno fiuto e scoprono in lei un personaggio forte, ironico, divertente e pieno di risorse. Whitney Way Thore diventa così la protagonista di un reality televisivo incentrato sulla sua carriera e sulla sua vita plus size.

la ballerina Whitney Way Thore

My Big Fat Fabulous Life – questo il nome del programma – mostra l’esuberante Whitney nelle vesti di ballerina e insegnate di ballo, attività cui si dedicava sin da quando pesava solo 50 chili. Prima, cioè, che una disfunzione ormonale causata dalla sindrome dell’ovaio policistico la portasse a pesare più di 170 chili. Il sovrappeso non ha però sbarrato la strada della ragazza, che non si rassegna ad appendere al chiodo le scarpette.
Attraverso la danza prima e lo show televisivo dopo, Whitney cerca di combattere la lotta contro i pregiudizi, tenta di mostrare al mondo che la vita di una persona sovrappeso può essere comunque fabulous.

My Big Fat Fabulous Life mostra anche la protagonista alle prese con alcuni eventi della sua vita quotidiana, tra relazioni interpersonali e piccole sfide: una dieta, un giro in bicicletta per la città o una coraggiosa prova bikini. Episodi della vita di tutti i giorni diventano così tasselli di un racconto coraggioso, in cui la ballerina Whitney rivendica l’orgoglio di un corpo che esce dagli stereotipi imposti da mass-media e società.

L’impegno sociale e la battaglia personale si fanno ancora più forti grazie alla campagna di sensibilizzazione NoBodyShame (accompagnata dall’hashtag #nobodyshamecampaign):

The mission of the No Body Shame campaign is to help every individual overcome the debilitating effects of societal-induced shame. Supporters of No Body Shame have named weight, height, skin color, sexual orientation, gender, different abilities, and specific physical attributes as causes of shame.

La passione per la danza, un programma televisivo incentrato sulla sua vita, un movimento di sensibilizzazione sociale non sono ancora abbastanza per Whitney Way Thore, che sfodera un altro asso dalla manica scrivendo un libro intitolato “I do it With the Lights on And 10 More Discoveries on the Road to a Blissfully Shame-Free Life”.

Il libro della ballerina Whitney Way Thore

Il titolo del libro, tradotto in italiano, suonerebbe pressappoco così: Lo faccio con le luci accese e altre dieci rivelazioni sulla strada verso una vita beatamente libera dalla vergogna. Come si intuisce dal titolo, il libro parla anche di sesso, un argomento tabù che diventa ancora più  innominabile se riferito a persone sovrappeso. Come ha confessato la stessa Whitney, infatti,

Sentirsi comoda e orgogliosa nella tua pelle è più difficile in camera da letto, dove ci sentiamo più vulnerabili. Questa fu la mia prova del fuoco. Una volta che sono riuscita a fare sesso con le luci accese, ho capito di essere riuscita a superarla.

E, sempre riferendosi al suo libro, la scrittrice-ballerina promette:

In questo libro i lettori scopriranno come sono riuscita a essere felice, a diventare questa donna forte che potete vedere nel mio show.

A proposito dello show televisivo, da ottobre 2015 è sbarcato anche nei palinsesti italiani, col titolo Il favoloso mondo di Whitney. Per saperne di più, è possibile consultare l’apposita sezione del sito internet di Dplay.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

LOG IN